Consulenza per sistema autocontrollo HACCP

Trova i corsi HACCP (Analisi dei Pericoli e Controllo dei Punti Critici) nella tua città e inviaci una tua richiesta per ottenere un contatto con gli organizzatori e ricevere più preventivi.


Descrizione Consulenza per sistema autocontrollo HACCP

Nell’era evolutiva nella quale viviamo e con il crescente sviluppo di industrie e settori sempre più tecnologici, ma anche sempre meno salutari da un punto di vista ambientale necessitiamo mai come ora di sistemi di autocontrollo atti a preservare la nostra salute. Uno di questi, importantissimo per noi, è il cosiddetto HACCP .

Cos’è l’ HACCP ? In cosa consiste? E quali settori influenza?
Iniziamo col dire che HACCP è una sigla di origine statunitense che sta per “Hazard Analysis and Critical Points”. Questa sigla indica un sistema di autocontrollo che è necessario impiegare al fine di tutelare la salubrità dei prodotti alimentari.

Questo sistema di autocontrollo è nato intorno al 1960 negli Stati Uniti quando un gruppo di studiosi furono incaricati dalla National Aeronautics and Space Administration, la NASA, di garantire la sicurezza alimentare dei prodotti che venivano assunti dagli astronauti nello spazio, in quelle particolari condizioni. Successivamente ci si rese conto che quelle stesse esigenze dovevano essere adottate a livello collettivo e in ambito mondiale per la sicurezza alimentare, così fu istituito il sistema di autocontrollo HACCP.

Perché è importante richiede una consulenza per sistema autocontrollo HACCP ?
Perché questo sistema di autocontrollo è un piano di sicurezza alimentare che deve essere adottato in termini obbligatori da qualunque operatore che lavori nel settore alimentare, non solo nella produzione, ma anche nelle fasi successive di trasformazione, confezionamento, conservazione, trasporto e distribuzione o vendita. In altri termini interessa: ristoranti, alimentari, macellerie, bar, salumerie, panifici, pasticcerie, farmacie, pescherie e simili, coinvolgendo tutti i lavoratori implicati in tali attività.

Da quando iè obbligatorio affidarsi e richiedere consulenza per sistema autocontrollo HACCP ?
In Europa è stato introdotto nel 1993 con la direttiva 43/93/CEE, in Italia è entrato in vigore il 30 Giugno 1997 con il Decreto Legislativo n°155/97, con successivi aggiornamenti.
L’HACCP è un sistema di autocontrollo fondamentale per la sicurezza dei consumatori.

In base ai regolamenti e ai decreti legislativi sanciti ed entrati in vigore già da diversi anni dall’Unione Europea ogni soggetto pubblico o privato che abbia a che fare con la manipolazione dei prodotti alimentari, che si tratti di preparazione, conservazione, confezionamento, trasporto, vendita, ma anche solo di deposito, deve adottare un sistema autocontrollo HACCP e, per farlo nella maniera idonea, sarebbe  opportuno richiedesse una consulenza per sistema autocontrollo HACCP .

Cosa comporta il sistema autocontrollo HACCP?
In verità leggi che regolassero i parametri igienico-sanitari e ne promuovessero degli standard da rispettare nella produzione alimentare già esistevano ed erano operanti. Tuttavia con il sistema autocontrollo HACCP introdotto con le più recenti direttive CEE si dà maggior impulso al concetto di prevenzione del rischio alimentare. In tal modo si garantisce che vengano rispettati quei parametri igienici già sanciti da tempo attraverso la registrazione e la documentazione scritta.
In altri termini il sistema autocontrollo HACCP differisce sostanzialmente dal tradizionale sistema di controllo alimentare per la tipologia di controlli effettuati che, preoccupandosi dell’intera linea di lavorazione piuttosto che limitarsi al prodotto finito, esercita un totale “autocontrollo”.

Come si attua il sistema autocontrollo HACCP?
In primo luogo deve esserci una figura adibita al ruolo di responsabile dell’autocontrollo aziendale che può trattarsi del titolare o di un’altra persona incaricata, il quale si interesserà di rispettare i sette principi guida del sistema HACCP e di elaborare un piano di controllo.

Le procedure di controllo e i tipi di interventi da attuare dipenderà molto dalla realtà aziendale.
Comunque un piano di controllo base deve prevedere: il controllo qualità delle materie prime e dei fornitori, la verifica di tutte le fasi operative, il controllo delle temperature di conservazione dei prodotti, la pianificazione dei requisiti igienico-sanitari, e l’addestramento degli operatori coinvolti.
Si può determinare se il sistema di autocontrollo è efficiente applicando tutte le procedure stabilite e predisponendo periodicamente interventi di verifica.
 

Trova il professionista per Consulenza per sistema autocontrollo HACCP nella tua zona